Come vedere IPTV su Android?

Nell’ultimo periodo il web ha assistito a una grande diffusione del sistema IPTV. Questa sigla sta per Internet Protocol Television e si riferisce a una modalità di trasmissione di contenuti televisivi. Senza entrare troppo nei dettagli tecnici, l’IPTV consente di guardare canali televisivi in streaming, come quelli satellitari e del digitale terrestre e quindi usufruire non di un video on demand, cioè già registrato su un server, ma di programmi in diretta come partite di calcio, notiziari, varietà e in generale tutto ciò che passa sul classico televisore.
Poiché questo sistema sfrutta i normali protocolli web, ogni dispositivo in grado di connettersi a internet è capace di trasmettere programmi via IPTV. In pratica si può guardare la televisione su PC, smartphone, tablet e computer portatili, ma anche smart tv e console. In più, grazie alle numerose liste m3u reperibili sul web, la scelta di canali è decisamente più vasta rispetto a quelli offerti sia dal digitale terrestre che dal satellitare.
Ma che cosa sono le liste m3u? Si tratta semplicemente di file di testo che vengono caricati da un apposito programma, contenenti link ai canali e permettono al player di caricare il flusso audiovisivo.

Leggi anche: I migliori decoder iptv del momento

In questa guida spiegherò passo dopo passo come vedere le IPTV su Android, è molto semplice e non richiede particolari conoscenze: tutto ciò che occorre è uno smartphone o un tablet e una linea internet. Occhio però a non usare i dati mobili 3G o 4G a meno che non li abbiate inclusi in un abbonamento flat, perché una trasmissione televisiva consumerebbe i vostri giga in poco tempo. È meglio quindi accertarsi sempre di essere connessi a una rete wi-fi.
Sul Play Store di Google è possibile scaricare diversi client IPTV, cioè app sulle quali si possono aprire le liste m3u, sia gratis che a pagamento. In linea generale ognuno ha i suoi pregi e difetti e la scelta dipende anche dalle preferenze personali dell’utente. Per semplificare parlerò del funzionamento di una sola di queste app, IPTV Extreme. Se però non vi trovate bene potete scegliere quella che più vi aggrada, tenendo conto che il funzionamento è sempre molto simile tra un client e l’altro.

1) Andate sul Play Store e digitate “IPTV Extreme” sulla barra di ricerca

2) Scaricate e installate l’app

3) A questo punto avrete bisogno di una lista. Per trovare quella di vostro gradimento è sufficiente cercare “liste iptv” o “liste m3u” su Google, eventualmente aggiungendo altri termini per trovare trasmissioni specifiche (per esempio “liste iptv sport”). Troverete un semplice link che ricorda quello di una pagina web: copiatelo. Un esempio è la lista Pandasat, molto diffusa e apprezzata tra gli utenti. Il link è http://www.pandasat.info/iptv/kodi (non va aperto, ma copiato)

4) Aprite IPTV extreme e toccate i tre puntini posti nell’angolo in alto a destra. Comparirà un nuovo menu: premete “playlists”, quindi “aggiungi playlist” e infine “file o link playlist”. Ora date un nome alla lista, non importa quale, può essere anche una serie di lettere a caso basta che il box non rimanga vuoto. Infine andate sul campo “link” e incollate l’indirizzo che avete precedentemente trovato su Google.

5) Adesso tornando indietro l’app scaricherà automaticamente l’elenco dei canali televisivi e a voi non resta altro che aprire quello che volete visualizzare premendolo e selezionando “riproduci”.

Ovviamente ci sono diverse funzioni aggiuntive che migliorano la fruizione di questo sistema: per esempio tenendo premuto sul nome di un canale lo si può aggiungere ai preferiti per trovarlo rapidamente in seguito, oppure si può registrare il programma. In alto l’icona della lente d’ingradimento consente di cercare un canale per nome, mentre quella subito a destra permette di trasmettere la diretta su una smart TV o su un normale televisore nel caso abbiate Chromecast.
Buona visione!

Lascia un commento